WikiMilano - Protagonisti metropolitani è organo ufficiale dell'Osservatorio Metropolitano di Milano

non sei un utente registrato: al momento non puoi creare e modificare pagine.

Sergio Scalpelli

Sergio Scalpelli
Sergio Scalpelli.jpeg

Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Fastweb
In carica
Inizio mandato 2001

Assessore del Comune di Milano
Durata mandato 21 maggio 1997 –
1 marzo 2001
Sindaco Gabriele Albertini
Deleghe Sport, Giovani e Rapporti con il Consiglio comunale

Amministratore delegato de Il Foglio quotidiano
Durata mandato 1996 –
1999

Direttore responsabile del settimanale Tempi
Durata mandato 1995 –
luglio 2006

Segretario generale della Casa della Cultura
Durata mandato aprile 1982 –
novembre 1991

Sergio Scalpelli (Milano, 15 settembre 1959) è un giornalista e manager italiano, direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Fastweb, già assessore del comune di Milano.

Checked.svg Contenuti verificati da Osservatorio Metropolitano di Milano (5 ottobre 2017)

Biografia

Studia Sociologia a Milano e a Berlino. Inizia presto la carriera politica di stampo manageriale come dirigente del Partito comunista italiano a Milano. Nel 1982 diventa Segretario generale della Casa della Cultura del capoluogo lombardo, incarico che svolge fino al 1991. Di questo periodo, dice tra l’altro, a proposito di chi nel tempo lo ha accusato di trasformismo: “Mi chiedi come ho fatto a diventare liberale? Ho diretto per un decennio la Casa della Cultura invitando i filosofi quarantenni di allora, Giulio Giorello, Salvatore Veca, Massimo Cacciari, Salvatore Natoli. E ho visto sgretolarsi il sistema di riferimenti culturali del Pci mentre i germi liberali penetravano nella cultura politica della sinistra» (a Sabelli Fioretti).

Giornalista e consulente editoriale, negli anni ha diretto il mensile Critica Sociale, partecipato al consiglio di redazione della rivista di geopolitica Limes, e diretto la collana Frontiere presso la casa editrice Guerini. Dal 1991 al 1993 è nel Consiglio di Amministrazione dell’Università Bocconi. Dal 1995 al luglio 2006 è il direttore responsabile del settimanale Tempi. Fa parte del consiglio di amministrazione della Fondazione Ideazione.

Il Foglio quotidiano

Nel 1996 partecipa da coideatore alla fondazione del Foglio con molti importanti esponenti dell’allora PCI e Giuliano Ferrara. Del quotidiano diventa consulente editoriale e amministratore unico, incarico che svolge fino al 1999.

Assessore nella Giunta Albertini

É tra i primi sostenitori, nel 1994, della discesa in campo di Silvio Berlusconi in politica.

Dal 1997 al 2001, nella giunta di Gabriele Albertini, è assessore ai Giovani e Sport, oltre che ai Rapporti col Consiglio comunale, del Comune di Milano. Durante il suo mandato vede la luce la Fabbrica del Vapore.

Impegno civico e politico

Attento osservatore del dibattito civile e intellettuale, è sempre in prima fila nell'impegno a difesa di Israele. È presidente dell' Associazione Pierlombardo Culture.